domenica 8 febbraio 2015

HANGAR BICOCCA: NASCE LA CARTA DI MILANO PER EXPO 2015

All'Hangar della Bicocca, nell'ex fabbrica Pirelli ieri,7 febbraio,si sono incontarti 500 ricercatori da tutto il Mondo,che hanno lavorato su 42 Tavoli per preparare il documento programmatico "La Carta di Milano",che guiderà le strategie comunicative ed i contenuti del prossimo EXPO2015 che si preannuncia per il nostro Paese e per il Mondo tutto come un momento di sintesi, di analisi e di iniziative concrete, di straordinaria importanza. Un monito dal nostro Santo Padre Francesco è venuto, ad occuparci di tutti, specie degli ultimi ed a preservare il nostro Pianeta dalla distruzione ambientale, causa di malattie. "La Terra ci è stata data in prestito dai nostri figli e noi a loro dobbiamo riconsegnarla integra e se possibile migliorata , non avvelenata". E poi il caldo saluto ed un accorato monito dell'ex Presidente del Brasile Lula che ha ribadito come la fame nel Mondo. a fronte di una straordinaria ed eccessiva produzione di cibo (oltre 18 miliardi di tonnellate), possa e debba essere sconfitta. Solo chi ha davvero sofferto la fame, può capire come sia importante che tutti possano avere quel quantitativo di cibo, che possa permettere una vita soddisfacente. Ma per fare questa occorre una nuova ridistribuzione del cibo. Coordinato dal professor Giorgio Calabrese, nutrizionista e dietologo di fama, il Tavolo a cui ho partecipato come Direttore didel Centro di Medicina Preventiva e dello Sport della SUISM, UniTo ha espresso una serie di key words che andranno a comporre la carta. Una grande attenzione è andata alla lotta alla obesità che è drammaticamente in aumento, e causa di tante malattie già in età pediatrica. Ma anche molte raccomandazini sono andate all'educazione ai bambini sul modo di alimentarsi ed alla ripresa dell'attività fisica regolare in generale e nelle scuole dell'obbligo con investimenti importanti anche sulla comunicazione per coinvolgere ampie parti della popolazione adulta e giovanile.

Nessun commento:

Posta un commento

Wine Notes