mercoledì 23 novembre 2016

Doctor jazz al Filo Illogico

Danilo Pala sax alto Guido Canavese piano Isabella Rizzo contrabbasso Giorgio Diaferia batteria DOCTOR JAZZ QUARTET

martedì 1 novembre 2016

COMPORTAMENTI UTILI IN CASO DI TERREMOTO

http://www.focus.it/site_stored/old_media/canali/opuscolocompleto.pdf A questo indirizzo web potete trovare una pubblicazione a cura della Protezione Civile che potrà essere di grande aiuto in caso di eventi estremi come un Terremoto

lunedì 31 ottobre 2016

Il 29 Novembre TorinoViva organizza un dibattito sul Referendum Costituzionale.

Ore 18 Circolo il Mossetto si parla di Referendum Costituzionale, tra chi lo sostiene , chi lo avversa e chi ne critica l'impianto ma non ha una posizione intransigente. Il dibattito e la cena che ne segue, sarà aperta a tutte le persone interessate. Vi aspetto, se avete piacere.

Il 29 Novembre TorinoViva organizza un dibattito sul Referendum Costituzionale.

Ore 18 Circolo il Mossetto si parla di Referendum Costituzionale, tra chi lo sostiene , chi lo avversa e chi ne critica l'impianto ma non ha una posizione intransigente. Il dibattito e la cena che ne segue, sarà aperta a tutte le persone interessate. Vi aspetto, se avete piacere.

sabato 17 settembre 2016

Chemical contaminants in the food chain. Sabato 24 Settembre a Terra Madre Parco del Valentino

Io con l'amico Mario Lombardo Igienista e vice direttore del Centro medico SUISM dalle ore 12.30 alle 14.30 vi aspettiamo allo stand di Terra Madre, dedicato all'Università di Torino ed al tema Alimentazione Sana ed Attività Fisica. Ai primi 10 partecipanti omaggio dell'ANCoS di una coppia del nuovo opuscolo edito da Confartigianato sul tema.

mercoledì 14 settembre 2016

HELP! ANTROPOS E PASSI IN SALUTE RISCHIANO DI NON RIPARTIRE

Antropos, la nostra trasmissione di punta condotta dalla giornalista e scrittrice Antonella Frontani intende ripartire dal prossimo mese di ottobre. Più notizie, servizi ancora più accurati, ospiti di altissimo livello (nella foto il regista Paolo Virzì con Antonella Frontani). Un format che in 55 minuti racconta il mondo che ci circonda attraverso interviste in studio e approfondimenti in esterna. Come sempre Antropos andrà in onda sui canali del digitale terrestre, in streaming web e sulle piattaforme di YouTube e Vimeo. Da quest’anno, poi, saremo visibili anche sul satellite, nei palinsesti dei canali del bouquet Sky. Tutte le puntate di Antropos saranno seguite da Passi in Salute il nuovo programma di medicina salute e ambiente condotto da Giorgio Diaferia, medico e giornalista. Per riuscire a portare avanti questo duplice progetto di informazione e comunicazione abbiamo però bisogno della collaborazione di tutti gli amici, poiché migliorarci e diffondere sempre meglio i nostri contenuti a un pubblico più vasto comporta costi, per noi associazione no profit, insostenibili. Chiediamo quindi il sostegno di coloro che in questi anni ci hanno conosciuto e (spero) apprezzato, perché rimangano al nostro fianco e ci aiutino a non sparire. Ottobre è vicino, aspettiamo il vostro aiuto. Scriveteci a ecograffi@gmail.com

Natural History on Google Arts & Culture - #PreviouslyOnEarth

domenica 11 settembre 2016

11 settembre 2001 - Inganno Globale (Film Documentario Completo Ita)

11 Settembre 2001-2016 siamo ancora ostaggi del Terrore

La mattina dell'11 settembre 2001 diciannove affiliati all'organizzazione terroristica di matrice fondamentalista islamica al-Qāʿida dirottarono quattro voli civili commerciali.[1][2] I terroristi fecero intenzionalmente schiantare due degli aerei sulle torri nord e sud del World Trade Center di New York, causando poco dopo il collasso di entrambi i grattacieli e conseguenti gravi danni agli edifici vicini. Il terzo aereo di linea venne dirottato contro il Pentagono. Il quarto aereo, diretto contro il Campidoglio o la Casa Bianca a Washington,si schiantò in un campo vicino a Shanksville, nella Contea di Somerset (Pennsylvania), dopo che i passeggeri e i membri dell'equipaggio tentarono, senza riuscirci, di riprendere il controllo del velivolo.Nell'attacco alle torri gemelle morirono 2.752 persone, tra queste 343 vigili del fuoco e 60 poliziotti.La maggior parte delle vittime era civile; settanta le diverse nazionalità coinvolte.Le Twin Towers prima dell'attentato Mappa che illustra il dirottamento dei voli.Gli attacchi ebbero grandi conseguenze a livello mondiale: gli Stati Uniti d'America risposero dichiarando la "guerra al terrorismo" e attaccando l'Afghanistan controllato dai talebani, accusati di aver volontariamente ospitato i terroristi. Il parlamento statunitense approvò lo USA PATRIOT Act mentre altri stati rafforzarono la loro legislazione anti-terroristica, incrementando i poteri di polizia. Le borse rimasero chiuse quasi per una settimana, registrando enormi perdite subito dopo la riapertura, con quelle maggiori fatte registrare dalle compagnie aeree e di assicurazioni. L'economia della Lower Manhattan si fermò per via della distruzione di uffici del valore di miliardi di dollari.I danni subiti dal Pentagono furono riparati un anno dopo e sul luogo fu eretto un piccolo monumento commemorativo. La ricostruzione del World Trade Center è invece stata più problematica, a seguito di controversie sorte riguardo ai possibili progetti e sui tempi necessari al loro completamento e adesso vi sono due fontane al posto delle fondamenta delle torri.(Fonte Wikipedia. Ma il terrore non ci ha abbandonati. Si sono aperti nuovi fronti di attacco al Mondo Occidentale ed ora anche la nostra Europa ed anche quindi l'Italia sono a rischio. Da sempre si dice che manca l'Europa dei popoli ed un'Europa della scurezza, ma è necessaria più giustizia sociale ed una ridistribuzione della ricchezza e del cibo.

venerdì 9 settembre 2016

SAVE THE DATE DOMENICA 9 OTTOBRE : DOCTOR IN JAZZ AL CAFE' NERUDA

Torna il Doctor Jazz Quartet con una nuova formazione che mette insieme vecchie e nuove collaborazioni in una middley di jazz standards e di nuove composizioni.

mercoledì 7 settembre 2016

A TORINO NASCE IL PARCO DELLA SALUTE

di Giorgio Diaferia. Alla Festa dell’Unità di Torino si è discusso del futuro “Parco della Salute di Torino, nome questo che prende il posto della Città della Salute, brillantemente shippatoci da Milano che ha già costruito attorno all’Ospedale Sacco il progetto, che è per altro operativo. Ne hanno discusso Francesco Profumo Presidente della Compagnia di San Paolo, Davide Gariglio capogruppo PD in Regione, Antonio Saitta Assessore Sanità della Regione , moderati dalla giornalista di Repubblica Sara Strippoli ed il supporto di un esperto Niccolò Persiani, docente di Economia sanitaria. Molto lucida e di grande lungimiranza, la impostazione data al Progetto dal Presidente Profumo che ha spiegato come il futuro Centro Ospedaliero si dovrà porre in una visione trentennale, nascendo già subito come Polo di Ricerca e di Studio all’avanguardia, superando la visione solo clinica ospedaliera dei posti letto e delle tecnologie chirurgiche.L’impostazione della cura e la predittività delle malattie, ormai prevalentemente cronico degenerative, tra le cause di questo cambio di visione strategica. Al progetto potranno e dovranno partecipare anche i privati, si vedrà se con un ruolo di copertura di alcuni servizi essenziali, o anche per la parte clinica. Sia Gariglio che Saitta, hanno però voluto specificare, che i tempi ora sono certi e che di altri progetti rispetto all’attuale non ce ne saranno. L’area scelta è quella del Lingotto a fianco al grattacielo della Regione ( speriamo con tempi di realizzo molto più rapidi). Ovviamente dovrà essere creata una rete stradale e di infrastrutture, oggi inesistente ( ndr).Solo a gennaio 2017 la Compagnia di S. Paolo farà sapere alla Regione l’entità del proprio contributo( si parla di 1 miliardo di euro, ma sono voci di corridoio), molto dipenderà da quanto la Compagnia stessa sarà coinvolta nella progettazione del Parco.

sabato 16 luglio 2016

NASCE QUI JAZZ TUTTI I GIOVEDI SU CRONACAQUI A CURA DEL CONSORZIO PIEMONTEJAZZ

Nasce QUI JAZZ la rubrica dedicata ad eventi jazz dell’Area Metropolitana di Torino e non solo. Tutti i Giovedì, a partire dal 4 Agosto, verranno date informazioni a cura del Consorzio regionale “PiemonteJazz” composto da associazioni culturali promotrici di jazz festivals, jazz clubs e attività didattiche orientate allo studio e all’approfondimento del jazz e delle arti connesse. I Fondatori di PiemonteJazz sono musicisti, docenti e promoters che hanno fatto la storia del jazz in Piemonte e in Italia.All'iniziativa ha dato fattiva collaborazione Ugo Nespolo ideatore del logo PiemonteJazz.Il progetto consiste nella creazione di un brand che rappresenti e promuova le iniziative dedicate al Jazz in Piemonte e territori limitrofi, aggregando le centinaia di associati in rappresentanza dell’intera filiera del jazz regionale: musicisti professionisti, jazz-fans, formatori, promoters, esperti in ogni aspetto della produzione musicale , dal casting alla logistica, dall’amministrazione alla divulgazione mediatica.Il Consorzio si propone come “sistema” del Jazz del Piemonte, promuovendo con il proprio marchio, a livello nazionale e internazionale, la rete degli operatori attivi sul territorio e valorizzando collateralmente il patrimonio culturale, paesaggistico, enogastronomico e produttivo della nostra regione.

domenica 19 giugno 2016

E' L'ORA DI CHIARA APPENDINO

La giostra elettorale era iniziata un freddo giorno di Dicembre nell'area dell'ex Incet in cui il Sindaco in carica Piero Fassino sciolse la riserva sulla sua ricandidatura a Torino.Attorno a lui molte facce amiche, da quelle dei suoi Assessori all'onorevole Portas che portava il consenso e l'impegno nella lotta elettorale de i Moderati. Da quel momento è stata campagna elettorale, inaspritasi nei toni nei 15 giorni che mancavano al ballottagio finale. Schermaglie televisive e sui giornali più o meno amici. Dichiarazioni a favore dell'uno o dell'altra da varie parti del mondo politico,scientifico,economico,universitario ecc....Una considerazione già delle prime ore era che Fassino avrebbe dovuto puntare a vincere al primo turno, diversamente rischiava di perdere. Certamente Fassino dovrà guardare ai voti dei suoi fedeli, chi è andato molto bene come Lo Russo, Lavolta,Carretta e Grippo e chi invece no. La linea Culturale comunale, diciamo noi è stata severamente bastonata, basti vedere i pochi voti presi dall'avvocato Cassiani che della cultura era il Presidente in Commissione e di Frammartino fedele collaboratore dell'Assessore Maurizio Braccialarghe(non più ricandidatosi per motivi personali). Molti i malumori ad esempio sulla gestione patronale del Torino Jazz Festival che non crea continuità di lavoro nella città e non ha saputo coinvolgere il meglio che Torino e la Regione sappia offrire come organizzazione del Jazz.Occorreva, si è detto, fare finalmente di più per rianimare le periferie dando nel contempo lavoro vero e duraturo a giovani e meno giovani.Continuare nella lotta agli sprechi della pubblica amministrazione, nel risparmio energetico( che vuol dire più salute e meno soldi)e tagliare stipendi e premi di uscita nelle Partecipate che ancora si intenderanno tenere aperte.Ora ci saranno molte novità, speriamo tutte per il bene di Torino.Il cambiamento è iniziato e coinvolge molti altri Comuni, Roma in primis.Intanto la prima, la Sindaca dei 5 stelle governerà in una città in cui tutte e 8 le sue Circoscrizioni sono finite in mano alla coalizione di centro-sinistra, un dato di grande incertezza politica ed alquanto inusuale.Inoltre appare chiaro come a lei siano andati una buona parte dei voti dell'elettorato di centro destra, che politicamente è forse quello più distante.Sapranno e riusciranno a governare bene, nonostante la poca esperienza e questi presupposti?

sabato 14 maggio 2016

S.U.I.S.M. Palestre di Salute

Dibattito di FederAzione per le Comunali 2016 di Torino

I Candidati alle Elezioni Comunali di Torino di alcune Associazioni facenti parte del Consorzio FederAzione si presentano ai cittadini. Ingresso libero Elezioni 2016: le proposte dei candidati delle associazioni di FederAzione per la Torino che verrà Interverranno: Roberto Saini (cand. circoscriz. 1, lista Moderati) e Barbara Cervetti (cand. cons. comunale, lista Moderati); Michele Paolino (cand. cons. comunale, lista PD) e Silvio Viale (cand. cons. comunale, lista PD); Alfonso Badini Confalonieri (cand. cons. comunale e cand. pres. circoscriz. 1, lista Morano) e Laura Mari (cand. cons. comunale, lista Morano). L’incontro si terrà: Giovedì 19 maggio, ore 18 Presso sede PD circolo 1 via Mazzini, 44 Torino Sono graditi suggerimenti e proposte da far pervenire prima dell’evento. Ci sarà comunque ampio spazio per domande da tutti gli intervenuti. Raccomandiamo la massima diffusione dell’evento fra gli associati e conoscenti.

REFERENDUM COSTITUZIONALE: "LA SFIDA PIU' GRANDE"

BEPPE FOSSATI:TORINO QUI LA CRONACA

domenica 3 aprile 2016

LA 011 JAZZ PROMOTION ED IL FESTIVAL JAZZ DI TORINO parte 2

In questo articolo redatto dal giovane Gabriele Ferraris, una felice sintesi del significato per il jazz torinese ed in parte anche metropolitano,che ha rappresentato il lavoro della 011JP. Concerti tutto l'anno, nuovi locali che si aprivano, un modo professionale ed efficace di pubblicizzare il concerto, il posto e i musicisti. Tante collaborazioni nazionali ed internazionali, un movimento in grande crescita, che portò anche grandi docenti jazz a Torino come Enrico Lucchini o seminari con musicisti quali Daniel Humai e Bob Porcelli.

lunedì 28 marzo 2016

Quando a Torino c'era la 011 Jazz Promotion e nascevano le birrerie jazz.

Grazie ad un Assessore illuminato come il compianto Giorgio Balmas, e a quella Associazione di musicisti jazz che era la 011 Jazz Promotion, nel decennio 1980-1990 a Torino sono fiorite molte birrerie e Pub che programmavano regolarmente 2-3 volte alla settimana concerti jazz. Una fra tutte il Capolinea dell'8 del vulcanico Michele Armenise e fuori Torino il Pub 84 ad Alpignano. Tra i nomi tutto il meglio dei professionisti nostrani,(da Gianni Negro a Giulio Camarca, da Dick Mazzanti a Guido Scategni e Aldo Rindone)ma anche i talenti nascenti del jazz torinese ( Diego Borotti, Flavio Boltro, Massimo Camarca, Alfredo Ponissi, Claudio Bonadè,Massimo Artiglia e molti altri)e poi i grandi del jazz Mondiale, spesso in session con artisti locali. Quest'ultima operazione permise una crescita professionale formidabile a molti musicisti,contemporaneamente questo progetto prima denominato Jazz e Quotidiano,con il crescere della rete dei locali anche fuori città, in quella che oggi si potrebbe definire la prima cintura della città Metropolitana,divenne Jazz x Torino ed arrivò anche a programmare il Festival Jazz di Settimo Torinese. Da questa rassegna, parzialmente finanziata dal Comune di Torino, si passò a collaborazioni con jazz club Piemontesi, si avviarono scambi e collaborazioni con locali in Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana e molti musicisti ebbero così, anche se ancora sconosciuti, la possibilità di esibirsi in città fuori Regione, facendosi apprezzare.Il Festival Jazz, allora gestito dall'AICS del compianto Sergio Ramella, rappresentava il momento clou della stagione, ma grazie ai piccoli locali si era creato un pubblico sempre più vasto ed eterogeneo che consacrò con una vasta partecipazione i "Grandi"del Jazz venuti a Torino. Nell'operazione di sensibilizzazione verso il jazz, un pubblico di non esperti, grande importanza ebbero i Punti Verdi, ovvero concerti estivi nei Parchi cittadini, formula di enorme successo inventata dal sempre grande innovatore Balmas e copiati poi da molte altre città italiane.Scopo dunque di 011 Jazz Promotion fu quello di dare una certa continuità lavorativa ai vari musicisti jazz torinesi e di creare un pubblico crescente di appassionati ed un numero considerevole di "nuovi" jazzisti nostrani.

lunedì 1 febbraio 2016

SMETTERE DI FUMARE

I danni legati al fumo di sigaretta sono tanti ed ancora di più i costi sociali che provocano. Malattie polmonari, cardiache, circolatorie che possono essere la causa di un accorciamento della nostra vita, di un peggioramento di qualità di quella vissuta. Spesso non ci si .rende conto che i danni non sono possibili, sono certi. Tra essi anche disturbi della sfera sessuale con deficit erettili, raucedine, deficit di memoria e di attività cerebrale, compromissione del sistema immunitario ( maggiore facilità alle infezioni), disturbi del sonno.Oltre il 12% delle morti nel mondo tra gli adulti over 30 sono attribuibili al tabacco.(dati dell'OMS). La vera prevenzione dunque è quella di non iniziare a fumare, ma se si è fatto l'errore, possiamo smettere, non ridurre ed in alcuni anni si può migliorare tantissimo la nostra salute e ridurre il rischio di ammalarsi.Certo una considerazione generale andrebbe fatta. Visto che la scienza ci da continuamente nuove prove del danno che il fumo provoca alla salute, oltre alle immagini ed alle scritte dissuasive sui pacchetti, lo Stato non potrebbe rinunciare al Monopolio?

sabato 2 gennaio 2016

Dal weekend arrivano 3 perturbazioni con piogge e neve

(Askanews) Con la speranza che un pò di neve e pioggia, spazzino via la cappa irrespirabile di Smog, che avvelena le nostre città