domenica 27 dicembre 2015

CITTA' IN SALUTE?

E’ oltremodo grave quanto sta accadendo in questi giorni nelle nostre città. Stiamo letteralmente soffocando nello smog con conseguenze per la nostra salute, immediate e quello che preoccupa di più, future e che oggi facciamo fatica a quantificare esattamente. L’assenza di vento, pioggia e neve, anche sui nostri rilievi montani, oltre che a provocare siccità di fiumi e laghi, altera l’equilibrio delle sementi che dovrebbero riposare sotto la neve e riempie di pulviscolo da black carbon, Ozono e CO2 le nostre aree metropolitane, a dimostrrazione che per quanto si siano fatte delle azioni di contenimento delle emissioni, occorre fare di più, molto di più. Forse questa drammatica situazione ha un solo risvolto positivo, quello della consapevolezza generalizzata, si spera,dei rischi per la salute nostre e soprattutto dei nostri bambini. Forse, dopo che ci siano per un attimo beati del bel sole che ci permette di passeggiare in maniche di camicia o tuttalpiù con una giacca, ci renderemo conto che i pazzi ambientalisti, che gli scienziati dell’IPCC, avevano previsto il giusto, senza allarmismi eccessivi. E’ tempo di corresponsabilizzazione e di azioni concrete,ed intanto le zanzare si nutrono del nostro sangue.

domenica 20 dicembre 2015

ISPRA Rapporto sull'Inquinamento in Città. Leggere con attenzione

E’ stato pubblicato il 16 Dicembre u.s.il rapporto sullo stato dell’ambiente nelle nostre città. Allego con un link il Comunicato stampa. Oggi voglio soffermarmi sul concetto che l’inquinameto urbano, come quello delle principali zone industriali ad elevato traffico veicolare è anche pericolosamente dovuto alle particelle piccole, fini, ultrafini e se crediamo che la battaglia per la tutela della nostra salute, sia solo quella del contenimento della CO2 abbiamo sbagliato e di grosso. Il particolato, questo il nome scientifico delle polveri o delle particelle che possono avere diametri diversi dai 10 micron ( le più misurate) ai 2,5, 1 sino alle nanoparticelle. Poche centraline che rilevano l’inquinamento nelle nostre città, sono attrezzate per misurare anche quelle più piccole, che con maggiore facilità penetrano nel nostro organismo arrivando sino al sangue. In esse, seppur in minima percentuale si trovano gli Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA), che hanno un effetto cancerogeno certo. leggi il comunicato stampa dell’ISPRA

venerdì 13 novembre 2015

TORINOVIVA SI RITROVA MARTEDI 17 NOVEMBRE AI 3 BICCHIERI

Cari amici,care amiche la campagna elettorale per le comunali di Torino e quindi di Trofarello, entra nel vivo.Il Sindaco Fassino ha sciolto la riserva sulla sua ri-candidatura alla guida di Torino, mentre la consigliera Chiara Appendino, del M5S, ha posto la sua candidatura. Siamo in attesa degli altri candidati del centro sinistra e del centro destra. Vedremo. Grazie al lavoro di Renato abbiamo incontrato 2 nuovi amici che entrano a far parte di TorinoViva e che si presenteranno per i Moderati alle prossime elezioni circoscrizionali di Torino.Ci piacerebbe riuscire anche a proporre una donna su Torino, in ticket su quello che sarà il nostro candidato alle elezioni di Torino, e la stiamo cercando.La squadra si sta componendo con il nostro Roberto.E' chiaro che dovremo lavorare tutti e tanto per fare bella figura e perchè le idee ecosociali che portiamo avanti vengano inserite nel programma elettorale del centrosinistra.Nel frattempo il Consiglio Comunale di Torino fa le nottate per decidere se saranno 10 o 7 le nuove Municipalità e con quali confini (80.000 emendamenti, cose da pazzi!).A cena fra una portata ed un buon bicchiere di vino si parlerà di programma, di persone.

mercoledì 7 ottobre 2015

il 30 Ottobre ci ritroviamo a Trofarello con gli amici di Torino Viva: Idee x Trofarello

Prosegue l'attività della Associazione TorinoViva, che incontrerà i cittadini di Trofarello per ascoltare le loro proposte sulla Trofarello del futuro.Idee per Trofarello, questo il titolo dato per l'incontro a cui seguirà un apericena. La riunione è aperta a tutti i cittadini e politici della cittadina.

domenica 2 agosto 2015

25 AGOSTO GIULIO CAMARCA TRIO AL FESTIVAL INTERNAZIONALE 2 LAGHI DI AVIGLIANA

Si festeggiano i 60 anni di carriera di un grande della chitarra jazz nazionale :Giulio Camarca. Martedì 25 agosto, ore 21:30 – STEREOTIPO- via Monginevro, 26 (Lago Grande) PiemonteJazz MESSENGERS (Concerto a cura del Consorzio Piemonte Jazz) A distanza di un anno dalla sua fondazione, il Consorzio Piemonte Jazz si consolida, forte di un’attività che lo vede protagonista sia sul piano territoriale sia sui fronti nazionale e internazionale. Partner del MIBACT e della Regione Piemonte sul fronte del networking jazz in Italia, presente a eventi nazionali ed internazionali come il Torino Jazz Festival, JazzAhead a Brema, Rimouski in Canada, Piemonte Jazz ritorna quest’anno al Due Laghi Jazz Festival di Avigliana, capofila del progetto di aggregazione delle manifestazioni del territorio. GIULIO CAMARCA trio Giulio Camarca - guitar Massimo Camarca - bass Giorgio Diaferia - drums Storico chitarrista torinese, Giulio Camarca inizia la sua attività come musicista in orchestre e complessi beat, avvicinandosi alla fine degli anni '60 al jazz, suonando tra gli altri con Tullio De Piscopo, Franco Cerri e Chet Baker. Molto apprezzato per la sua particolare musicalità e versatilità, il bassista Massimo Camarca ha collaborato con artisti come Cristiano De Andrè e Ornella Vanoni, Riccardo Fogli e con il M° Giuseppe Pirazzoli per Rai1 e Rai2 (Domenica In, I Raccomadati, Music Farm…) Torinese, Giorgio Diaferia ha iniziato la sua attività musicale militando in gruppi di rock e fusion quali l'Esagono (1978), dopo una attività di batterista di musica leggera.

sabato 25 luglio 2015

Chi sarà il prossimo candidato Sindaco di Torino per il Centro Sinistra?

Per molti la scelta del centro sinistra è obbligata ovverro l’attuale Presidente dell’ANCI nazionale Piero Fassino. Gli si riconosce di avere saputo tenere la barra dritta e di aver ridotto il debito comunale nonostante i tagli voluti dal Governo Renzi. Grande poi la sua capacità di portare a Torino investimenti per completare opere fondamentali come la Linea M1, il completamento del passante ferroviario.Di fronte ad un nome così importante cosa possono fare le segreterie del PD? Indire le primarie?: possibilità 1, dare pieno appoggio alla ricandidatura: possibilità 2. Sul fronte del Centro destra si cerca un rappresentante della società civile, facoltoso e magari fuori dalle segreterie di partito, ma può il centro destra sperare di vincere? possibilità 3,Ancora e se il candidato Sindaco del centro sinistra, presumibilmente appoggiato da PD, Moderati e Liste Civiche ( Sel è da verificare) non vincesse al primo turno, esiste la possibilità per un Sindaco Pentastellato di vincere al ballottaggio? Possibilità 4.Per altro ce da fare una precisazione. L'attuale Sindaco non ha ancora sciolto la riserva circa una sua ricandidatura. Lo farà nel corso della prossima Festa Democratica di Torino? Vedremo

martedì 21 luglio 2015

Intervista a Nerio Nesi

MESSENGERS PIEMONTEJAZZ A COLLISIONI 2015

Jazz Around The Clock Il Video con i Jazz Messengers Piemonte Jazz

CALVI RISORTA LA DISCARICA ABUSIVA PIU' GRANDE D'EUROPA

Al nostro bel Paese tocca un altro record tra i meno inviadibili al Mondo. possediamo, pare grazie alla Camorra, la più grande discarica abusiva d'Europa. E' stata l'azione di un giornalista Salvatore Minieri e di un fotografo, che paragonando immagini del territorio con analoghe degli anni sessanta, hanno notato la presenza di colline , prima inesistenti. Poi muniti di pale hanno iniziato a scavare scoprendo un terreno colorato e cangiante.L'area in questione è pari a 25 ettari,il sito è quello dell’ex-area della Pozzi Ginori a Calvi Risorta, a Nord di Caserta.Questa tipologia di rifiuti hanno dei costi altissimi per lo smaltimento regolare, da qui la più presumibile delle motivazioni, per lo smaltimento illegale.“Nell’area ex Pozzi di Calvi Risorta i rifiuti sono stati tombati secondo un sistema quasi scientifico usato dal clan dei Casalesi” ha dichiarato il generale della Guardia Forestale Regionale, Sergio Costa. Ora occorre scavare perchè i rifiuti sono stati tombati con un sistema a tappo, on interposti strati di calce,con quelli più tossici e pericolosi in profondità a molte decine di metri . Il terreno presnta variazioni di colore dovute a sostanze come Fosfato di Zinco. E' inoltre presente l'Anomalia Magnetica che preoccupa moltissimo, perchè segno della presenza nella fossa di metalli pesanti altamente pericolosi e tossici. Insomma un vero disastro con costi di smaltimento giganteschi, che andranno attribuiti a chi? Inoltre è partita una indagine di tipo epidemiologico da parte della locale sede di Medici per l'Ambiente ISDE Italia. Parrebbe che il numero di persone colpite da tumore, superi di gran lunga i livelli di una analoga popolazione maggiormente distante dall'area contaminata. Anche qui costi sociali insopportabili e la dimostrazione che l'inquinamento colpisce nelle tasche del Governo, sulla salute delle persone e sul turismo e quindi su vari settori dell'industria e dell'agricoltura. Molti infatti le aziende agricole con i terreni confinanti con la discarica abusiva. Cosa mangiamo dunque?

martedì 14 luglio 2015

Verso la Conferenza sul Clima di Parigi Dicembre 2015

La prossima conferenza mondiale del clima che si terrà a Dicembre a Parigi, assume uno straordinario significato,dopo l'appello dei 36 Premi Nobel per la riduzione delle emissioni di CO2 ed il contenimento in massimo 2 gradi dell'incremento della temperatura del Pianeta.L'appello arriva dall'Isola di Mainau dove 60 anni fa era stato lanciato da 56 Premi Nobel un appello per porre fine all'uso delle armi nucleari o di distruzione totale. Si parla di una cooperazione fra i popoli per arrivare a questo obiettivo che non è più in alcun modo demandabile., per noi e per le future generazioni.Questa volta non è un appello che viene dal mondo associativo ambientalista ma da scienziati di varia estrazione e competenza. Per questo dobbiamo preoccuparci sul serio.

domenica 12 luglio 2015

IDEE X TORINO SUL FUTURO DELLA NOSTRA CITTA' IN PREVISIONE 2016

In una sala che si è andata via via riempiendo, l'incontro promosso dalla Associazione IdeexTorino ha posto in evidenza una serie di proposte abbastanza pratiche ed operative per la Torino che dovrebbe venire dalle elezioni prossime del 2016.A presiedere Nicoletta Gazzeri e l'ex Sindaco Valentino Castellani.In sala RadioRadicale che ha registrato l'intero evento ed interventi di Castellani, Boni,Brossa,Viale,Diaferia,Prat,Canavesio ecc....Una sintesi potrebbe essere: Fassino ha governato bene, lui, soprattutto è riuscito a ridurre l'indebitamento della città da 4,5 miliardi di euro a 2,9. Un'opera faraonica di contenimento delle spese lasciando inalterati alcuni bonus sociali quali ad esempio i buoni taxi, divenuti ormai una rarità nel panorama asfittico nazionale. Importanza alcune voci hanno dato alla costruzione della seconda linea della metropolitana (Viale, Boni,Diaferia..)sia per una riduzione dell'impatto ambietale sia per il proseguimento dell'ammodernamento e la velocizzazione della rete di trasporti cittadini, con un miglioramento del collegamento tra parti lontane della città. Si è poi sottolineato che un ciclo si è concluso ed occorre aprirne un altro nella continuità con il buono del passato ma permettendo a nuove forze, giovani e meno giovani di dare il loro contributo, ma in una forma partecipata ed attiva, non solo come proposta o come annuncio. Il Piano strategico della città è terminato ora dopo le presentazioni occorre passare alla attuazione, per non deludere chi ci ha lavorato per anni con impegno e intelligenza ma anche perchè serve per ammodernare Torino.Una città quindi un pò cristallizzata, con un centro forte ed una periferia dimenticata, con un uomo solo, forte e capace al comando, che dovrà però molto più condividere. Da questi ragionamenti potrebbe nascere una Lista Civica di appoggio all'attuale sindaco? Si vedrà nell'autunno, ma non si esclude.Prossimo appuntamento, questa volta a cura di TorinoViva il 23 Luglio al Circolo Crimea corso Moncalieri 74 dalle 18. Occorre saper riaccendere la passione e la voglia di impegnarsi per la città, essendo però ascoltati davvero.

venerdì 10 luglio 2015

GIOVEDI 23 LUGLIO ORE 18. RIUNIONE DI TORINOVIVA

Assemblea annuale della Associazione TorinoViva con tante amiche ed amici invitati. Il tutto al 74 di corso Moncalieri presso lo splendido Circolo Crimea Si inzia verso le 18 a seguire cena

Chiamparino vince, Chiamparino resta

Alla fine gli unici che si dovranno preoccupare saranno i compagni di partito del PD, 8 eletti. Si perchè il TAR ha dichiarato ammissibile il ricorso contro le irregolarità della lista del PD dove emergono gravi "pasticci" sulla raccolta firme. Possibile quindi un rimescolamento degli eletti e cambio della Presidenza del Consiglio Regionale e di un Assessore. E' discussione accesa tra le segreterie e probabilmente qualche testa potrebbe cadere, compresa quella del segretario regionale Davide Gariglio che è coinvolto sia come consigliere regionale neo eletto che come segretario regionale del PD. Un bel pasticcio. Il Presidente Chiamparino, comunque ha già fatto sapere che proseguirà nel mandato affidatogli dagli elettori Piemontesi ed a questo punto innesterà la marcia per procedere ancora più celermente nelle riforme previste.

sabato 4 luglio 2015

REGIONE PIEMONTE ALLE URNE

Già la domanda è quanto mai attuale e pertinente. Il Piemonte dovrebbe andare a nuove elezioni nell'Autunno o nella Primavera, in quest'ultimo caso, con una sorta di Grande ammucchiata Regionali e Comunali per Torino e decine di altri Comuni del Piemonte.Ma nel caso, per via della motivazione ovvero le firme false l'attuale Presidente si presenterebbe di nuovo all'interno di una lista PD oppure a capo di una Lista a suo nome, con eventuali Liste satelliti? Ed ancora Chiamparino darebbe, come probabile, fiducia alle stesse donne e uomini o modificherebbe, come si mormora qualche nome della sua Giunta? Certo la Regione ha bisogno di essere governata a pieno dalla Giunta e dal Presidente e non può rimanere appesa ad un filo giuridico. Un bel rompicapo che potrebbe sciogliersi dopo il 9 Luglio. Staremo a vedere.Nel mentre l'Associazione TorinoViva ha iniziato ad incontrare persone per bene e volenterose, intenzionate a lavorare per il bene dei Comuni dove operano.

sabato 27 giugno 2015

ECOMUSICA

Suonare, conoscere la musica alla perfezione ed interpretare un proprio brano o di un grande compositore, classico, jazz, pop o di altro genere ancora è davvero stupendo. La conoscenza tecnica poi di uno strumento musicale, della propria voce, permette di trasferire lo studio della musica e dell'armonia in suoni, ritmo.Ma non è tutto così semplice e bello. Suonare è comunque un lavoro meraviglioso ma faticoso e le continue sollecitazioni a cui sottoponiamo i nostri tendini, muscoli,corde vocali ed articolazioni possono portare, a volte a problemi sanitari quali mal di schiena, tendiniti, stiramenti muscolari ed altro ancora che richedono l'intervento di personale specializzato.Di tutto questo si occupa da anni l'ambulatorio Sol Diesis sito in Milano presso la Fondazione Don Carlo Gnocchi e diretto dalla dr.ssa Maria Rosa Converti, che siamo andati a trovare e che ci ha portato a visitare il suo centro. Qui vi sono strumenti musicali ed i Fisiatri operano in collaborazione con il personale Fisioterapico, logopedista, studiando gli ausilii o gli esercizi più corretti per il recupero del paziente.Piccola nota a lato, molti musicisti, specie quelli che fanno libera professione qua e la in giro per il mondo non possiedono una carta sanitaria che permetta loro di essere curati con il SSN. Per questa ragione molte compagnie di Assicurazione, ci risulta si stiano attrezzando proprio per la categoria dei musicisti liberi professionisti ed in particolare per il settore Fisioterapico. Prevenire e/o curare correttamente le patologie dei musicisti vuol dire permettere di avere una carriera lunga, non sofferta dal punto di vista medico e nel contempo poter dare il meglio di se stessi.Esiste poi una sorta di Decalogo per il musicista elaborato dalla dr.ssa Converti, che è una arpista, per mantenere sano il musicista e noi ve lo proponiamo: Praticare un riscaldamento ed un allungamento muscolare mirato e globale prima di suonare evitando lunghi periodi di esecuzione (circa 40-50 min) ed effettuando pause di 5 – 10 minuti ogni ora; Assicurarsi un ambiente ergonomico adatto (sedia, illuminazione, leggio); Variare il repertorio e gli stili di musica suonati; Ricorrere se necessario ad accorgimenti tecnici: accessori ergonomici e modificazioni dello strumento; Praticare lo “stretching” al termine delle esecuzioni; Evitare lunghi periodi senza suonare, mantenendo un’attività strumentale minima durante i periodi di riposo; Mai suonare con dolore: il motto “No pain, no gain” è FALSO; Fare attenzione al trasporto di oggetti pesanti e alle attività fisiche di una certa entità; Conformarsi a regole generali di igiene (alimentazione e idratazione corretta, sonno, attività fisiche regolari) e se possibile evitare alcol e tabacco; Controllare stress, ansia e fatica.

sabato 20 giugno 2015

AMBIENTE E AREE MILITARI: SIGLATO PROTOCOLLO D'INTESA

PATTO DEL NAZARENO 2

Sembra proprio credibile, che l'emissario di Berlusconi, Paolo Romani stia trattando con il premier Renzi per un ravvicinamento tra i 2 leader. Le recenti scoppole elettorali e le polemiche interne ai rispettivi partiti che scalpitano per un cambio, su entrambi i fronti, di leadership, deve aver fatto ragionare sulle possibilità di accordo. Probabilmente è più semplice raggiungere una intesa con il leader di Forza Italia che con la bellicosa minoranza interna, deve aver pensato il Premier. Quindi largo alla trattativa su Senato elettivo, premio di maggioranza alla coalizione e non al partito, in cambio forse di un aiutino sulla riforma della scuola, seppur modificata, e sul futuro del governo. Se prima poteva anche essere un momento propenso allo scioglimento delle camere ed a nuove elezioni politiche, le recenti battute d'arresto su Comunali e Regionali, devono aver fatto capire a Renzi che non è il momento di sfasciare. I 5 stelle son ben vivi e vegeti e stanno cambiando strategia, grazie a nuovi leader più credibili, Pizzarotti e Di Maio per dirne solo due. La Lega è molto forte ed in ascesa un pò ovunque. Si rischia il disastro. Meglio andare per una strada tutto sommato già verificata e con qualche rischio in meno.L'Italia intanto aspetta la ripresa, il lavoro e la tutela seria di ambiente e salute

lunedì 25 maggio 2015

IL MAGGIO SPAGNOLO

Da Indignados a Podemos, con qualche distinguo il movimento popolare dal Maggio 2011 ad oggi è diventato partito politico, che si dice disponibile, a differenza dei nostri 5 Stelle, a dialogare con altre forze politiche, seppur di sinistra. Il risultato elettorale della Spagna dimostra che il tempo del Bipartitismo, almeno in Spagna, è finito e che il populismo di sinistra in Spagna punta a governare il paese. Primo partito a Barcellona, secondo ad un soffio a Madrid, con una pesante penalizzazione del Partito Popolare del Primo ministro Rayoi. La gente non ne può più di caste, vitalizi, pensioni d'oro, dell'atteggiamento presuntuoso e spocchioso dei politici. La ridistribuzione della ricchezza grazie alla cancellazione delle gravi ingiustizie sociali, va messa al centro dei partiti politici. Esiste una giustizia ingiusta che insegue i deboli e mantiene privilegi per sè. Forse il nascituro in embrione movimento di Civati potrebbe raccogliere nuova linfa per prendere coraggio e iniziare la sua discesa in politica. Gente nuova non vuol dire giovani, vuol dire faccie nuove, vuol dire non confondere tra innocenti imputati e condannati in via definitiva, ha bisogno di persone competenti e desiderose di fare il bene della collettività non di sè stessi.Serve più lavoro per tutti e pensioni sociali degne di un paese civile.E poi finalmente dedicarsi alle politiche di prevenzione primaria e di tutela dell'ambiente, ma non come slogan, come modo di vita.

domenica 19 aprile 2015

CAMARCA-CAMARCA-DIAFERIA TRIO AL JAZZ CLUB TORINO

Un mare di persone ieri sera al JCT per il concerto che abbiamo dato con il grande vecio Giulio Camarca, che si esibiva per la prima volta al club. Una buona performance . Prossimo appuntamento a Moncalieri al Caffè Ap. Ogni tanto ce vò.

sabato 28 marzo 2015

SOS PO VIVO

Patrimonio Idrico e Sviluppo Ambientale, l'intervista a Erasmo D'angelis

CAMBIAMENTI CLIMATICI: ARRIVA IL PUNTO DI NON RITORNO, MA LA POLITICA E' LENTA...

Nella splendida sala dei Mappamondi, si è svolto ieri pomeriggio 27 Marzo, a Torino, nell'ambito della Manifestazione Biennale della Democrazia, un interessante dibattito avente per titolo"Cambiamenti Climatici la lentezza della risposta politica" ( con S.Castellari,G.Ricci,F.Giorgi coordina A.Montorsi) Che il clima sia cambiato e che l'incremento della temperatura della Terra sia in corso è un dato ormai che solo più in pochi contestano . Il 2104 è stato l'anno più caldo del Pianeta da quando si effettuano le misurazioni della temeperatura terrestre e gli anni più caldi sono tutti raccolti negli ultimi 10 anni. Colpa dei gas serra nocivi, tra tutti della CO2 che ha superato la soglia di concentrazione di 400 parti per milione, con un tetto massimo di "non ritorno" sul clima che è stato fissato dall'IPCC in 450 ppm. Siamo dunque drammaticamente vicini alla soglia di pericolo, quella che ci porterà ad in crementi di temperatura nettamente superiori ai 2° stabiliti entro massimo la fine di questo secolo.Le conseguenze sono tutte state studiate con modelli matematici e fisici assolutamente precisi e certi. Un primo effetto legato al riscaldamento globale sarà l'incremento delle precipitazioni intensive, le così dette bombe d'acqua, con alluvioni e devastazioni sul territorio, costosissime per il contenimento dei danni, per il rischio di perdere vite umane ed animali, per la distruzione di parti di territorio preziose per la biodiversità. L'altro effetto sarà il riscaldamento dei mari da una parte, l'acidificazione dell'acqua oceanica, con un innalzamento delle acque non dei previsti 20-30 cm ma di oltre 10, 30 metri il che vorrebbe dire la scomparsa di parti intere di regioni costiere, isole e sovvertimento dell'attuale mappa del Pianeta.Contemporanemente all'incremento degli eventi alluvionali estremi, vi sarà un incremento dei periodi di estrema siccità, con l'acqua che diverrà sempre più il vero oro. Il vapor acqueo tenderà a concentrarsi per poi precipitare violentemenete, ma occorrerà molto tempo poi perchè si possa riformare da qui la siccità. Il pericolo è noto, a far paura sono i ghiacciai della Groenlandia, che hanno iniziato a sciogliersi. Estinti quelli il disastro è sicuro. Il Mondo dei climatologi e dei governanti ha una grande occasione per fare finalmente qualcosa, alla prossima conferenza COP21 di Parigi 2015. Ma occorre mettere davanti prima l'interesse del Pianeta e la salute degli esseri umani, animali e vegetali o la Terra continuerà ad essere abitata, ma non più dalla razza umana , bensì da esseri adatti a clima di 5 - 6 gradi più elevati, alla siccità estrema e alle piogge torrenziali. Il film 2The Day After Tomorrow" , non è fanatascienza, basti pensare a questo! Ma forse la produzione di CO2 a quel punto sarà definitivamente e drasticamente terminata ed il clima pinao piano potrà tornare quello del '800. La ricerca dunque applicata alle fonti rinnovabili, l'abbandono definitivo del carbone, il contenimento drastico degli sprechi energetici, delle perdite di gas, sono alcune delle più immediate soluzioni possibili, anche per contenere gli ormai insostenibili costi delle riparazioni post disastro. Una questione di estrema attualità e di cui la politica non può non tenere conto, visto che i territori devastati sono anche quelli nei quali vivono le persone che dovrebbero sostenere la loro azione di governo. Accelerare accelerare accelerare, questa la parola d'ordine o anche la politica verrà spazzata via come le coste o le nostre case.

domenica 8 febbraio 2015

NASCE UNA STRETTA COLLABORAZIONE CON IL CONSORZIO TELEAMBIENTE

NASCE UNA STRETTA COLLABORAZIONE CON IL CONSORZIO TELEAMBIENTE

HANGAR BICOCCA: NASCE LA CARTA DI MILANO PER EXPO 2015

All'Hangar della Bicocca, nell'ex fabbrica Pirelli ieri,7 febbraio,si sono incontarti 500 ricercatori da tutto il Mondo,che hanno lavorato su 42 Tavoli per preparare il documento programmatico "La Carta di Milano",che guiderà le strategie comunicative ed i contenuti del prossimo EXPO2015 che si preannuncia per il nostro Paese e per il Mondo tutto come un momento di sintesi, di analisi e di iniziative concrete, di straordinaria importanza. Un monito dal nostro Santo Padre Francesco è venuto, ad occuparci di tutti, specie degli ultimi ed a preservare il nostro Pianeta dalla distruzione ambientale, causa di malattie. "La Terra ci è stata data in prestito dai nostri figli e noi a loro dobbiamo riconsegnarla integra e se possibile migliorata , non avvelenata". E poi il caldo saluto ed un accorato monito dell'ex Presidente del Brasile Lula che ha ribadito come la fame nel Mondo. a fronte di una straordinaria ed eccessiva produzione di cibo (oltre 18 miliardi di tonnellate), possa e debba essere sconfitta. Solo chi ha davvero sofferto la fame, può capire come sia importante che tutti possano avere quel quantitativo di cibo, che possa permettere una vita soddisfacente. Ma per fare questa occorre una nuova ridistribuzione del cibo. Coordinato dal professor Giorgio Calabrese, nutrizionista e dietologo di fama, il Tavolo a cui ho partecipato come Direttore didel Centro di Medicina Preventiva e dello Sport della SUISM, UniTo ha espresso una serie di key words che andranno a comporre la carta. Una grande attenzione è andata alla lotta alla obesità che è drammaticamente in aumento, e causa di tante malattie già in età pediatrica. Ma anche molte raccomandazini sono andate all'educazione ai bambini sul modo di alimentarsi ed alla ripresa dell'attività fisica regolare in generale e nelle scuole dell'obbligo con investimenti importanti anche sulla comunicazione per coinvolgere ampie parti della popolazione adulta e giovanile.