sabato 25 luglio 2015

Chi sarà il prossimo candidato Sindaco di Torino per il Centro Sinistra?

Per molti la scelta del centro sinistra è obbligata ovverro l’attuale Presidente dell’ANCI nazionale Piero Fassino. Gli si riconosce di avere saputo tenere la barra dritta e di aver ridotto il debito comunale nonostante i tagli voluti dal Governo Renzi. Grande poi la sua capacità di portare a Torino investimenti per completare opere fondamentali come la Linea M1, il completamento del passante ferroviario.Di fronte ad un nome così importante cosa possono fare le segreterie del PD? Indire le primarie?: possibilità 1, dare pieno appoggio alla ricandidatura: possibilità 2. Sul fronte del Centro destra si cerca un rappresentante della società civile, facoltoso e magari fuori dalle segreterie di partito, ma può il centro destra sperare di vincere? possibilità 3,Ancora e se il candidato Sindaco del centro sinistra, presumibilmente appoggiato da PD, Moderati e Liste Civiche ( Sel è da verificare) non vincesse al primo turno, esiste la possibilità per un Sindaco Pentastellato di vincere al ballottaggio? Possibilità 4.Per altro ce da fare una precisazione. L'attuale Sindaco non ha ancora sciolto la riserva circa una sua ricandidatura. Lo farà nel corso della prossima Festa Democratica di Torino? Vedremo

martedì 21 luglio 2015

Intervista a Nerio Nesi

MESSENGERS PIEMONTEJAZZ A COLLISIONI 2015

Jazz Around The Clock Il Video con i Jazz Messengers Piemonte Jazz

CALVI RISORTA LA DISCARICA ABUSIVA PIU' GRANDE D'EUROPA

Al nostro bel Paese tocca un altro record tra i meno inviadibili al Mondo. possediamo, pare grazie alla Camorra, la più grande discarica abusiva d'Europa. E' stata l'azione di un giornalista Salvatore Minieri e di un fotografo, che paragonando immagini del territorio con analoghe degli anni sessanta, hanno notato la presenza di colline , prima inesistenti. Poi muniti di pale hanno iniziato a scavare scoprendo un terreno colorato e cangiante.L'area in questione è pari a 25 ettari,il sito è quello dell’ex-area della Pozzi Ginori a Calvi Risorta, a Nord di Caserta.Questa tipologia di rifiuti hanno dei costi altissimi per lo smaltimento regolare, da qui la più presumibile delle motivazioni, per lo smaltimento illegale.“Nell’area ex Pozzi di Calvi Risorta i rifiuti sono stati tombati secondo un sistema quasi scientifico usato dal clan dei Casalesi” ha dichiarato il generale della Guardia Forestale Regionale, Sergio Costa. Ora occorre scavare perchè i rifiuti sono stati tombati con un sistema a tappo, on interposti strati di calce,con quelli più tossici e pericolosi in profondità a molte decine di metri . Il terreno presnta variazioni di colore dovute a sostanze come Fosfato di Zinco. E' inoltre presente l'Anomalia Magnetica che preoccupa moltissimo, perchè segno della presenza nella fossa di metalli pesanti altamente pericolosi e tossici. Insomma un vero disastro con costi di smaltimento giganteschi, che andranno attribuiti a chi? Inoltre è partita una indagine di tipo epidemiologico da parte della locale sede di Medici per l'Ambiente ISDE Italia. Parrebbe che il numero di persone colpite da tumore, superi di gran lunga i livelli di una analoga popolazione maggiormente distante dall'area contaminata. Anche qui costi sociali insopportabili e la dimostrazione che l'inquinamento colpisce nelle tasche del Governo, sulla salute delle persone e sul turismo e quindi su vari settori dell'industria e dell'agricoltura. Molti infatti le aziende agricole con i terreni confinanti con la discarica abusiva. Cosa mangiamo dunque?

martedì 14 luglio 2015

Verso la Conferenza sul Clima di Parigi Dicembre 2015

La prossima conferenza mondiale del clima che si terrà a Dicembre a Parigi, assume uno straordinario significato,dopo l'appello dei 36 Premi Nobel per la riduzione delle emissioni di CO2 ed il contenimento in massimo 2 gradi dell'incremento della temperatura del Pianeta.L'appello arriva dall'Isola di Mainau dove 60 anni fa era stato lanciato da 56 Premi Nobel un appello per porre fine all'uso delle armi nucleari o di distruzione totale. Si parla di una cooperazione fra i popoli per arrivare a questo obiettivo che non è più in alcun modo demandabile., per noi e per le future generazioni.Questa volta non è un appello che viene dal mondo associativo ambientalista ma da scienziati di varia estrazione e competenza. Per questo dobbiamo preoccuparci sul serio.

domenica 12 luglio 2015

IDEE X TORINO SUL FUTURO DELLA NOSTRA CITTA' IN PREVISIONE 2016

In una sala che si è andata via via riempiendo, l'incontro promosso dalla Associazione IdeexTorino ha posto in evidenza una serie di proposte abbastanza pratiche ed operative per la Torino che dovrebbe venire dalle elezioni prossime del 2016.A presiedere Nicoletta Gazzeri e l'ex Sindaco Valentino Castellani.In sala RadioRadicale che ha registrato l'intero evento ed interventi di Castellani, Boni,Brossa,Viale,Diaferia,Prat,Canavesio ecc....Una sintesi potrebbe essere: Fassino ha governato bene, lui, soprattutto è riuscito a ridurre l'indebitamento della città da 4,5 miliardi di euro a 2,9. Un'opera faraonica di contenimento delle spese lasciando inalterati alcuni bonus sociali quali ad esempio i buoni taxi, divenuti ormai una rarità nel panorama asfittico nazionale. Importanza alcune voci hanno dato alla costruzione della seconda linea della metropolitana (Viale, Boni,Diaferia..)sia per una riduzione dell'impatto ambietale sia per il proseguimento dell'ammodernamento e la velocizzazione della rete di trasporti cittadini, con un miglioramento del collegamento tra parti lontane della città. Si è poi sottolineato che un ciclo si è concluso ed occorre aprirne un altro nella continuità con il buono del passato ma permettendo a nuove forze, giovani e meno giovani di dare il loro contributo, ma in una forma partecipata ed attiva, non solo come proposta o come annuncio. Il Piano strategico della città è terminato ora dopo le presentazioni occorre passare alla attuazione, per non deludere chi ci ha lavorato per anni con impegno e intelligenza ma anche perchè serve per ammodernare Torino.Una città quindi un pò cristallizzata, con un centro forte ed una periferia dimenticata, con un uomo solo, forte e capace al comando, che dovrà però molto più condividere. Da questi ragionamenti potrebbe nascere una Lista Civica di appoggio all'attuale sindaco? Si vedrà nell'autunno, ma non si esclude.Prossimo appuntamento, questa volta a cura di TorinoViva il 23 Luglio al Circolo Crimea corso Moncalieri 74 dalle 18. Occorre saper riaccendere la passione e la voglia di impegnarsi per la città, essendo però ascoltati davvero.

venerdì 10 luglio 2015

GIOVEDI 23 LUGLIO ORE 18. RIUNIONE DI TORINOVIVA

Assemblea annuale della Associazione TorinoViva con tante amiche ed amici invitati. Il tutto al 74 di corso Moncalieri presso lo splendido Circolo Crimea Si inzia verso le 18 a seguire cena

Chiamparino vince, Chiamparino resta

Alla fine gli unici che si dovranno preoccupare saranno i compagni di partito del PD, 8 eletti. Si perchè il TAR ha dichiarato ammissibile il ricorso contro le irregolarità della lista del PD dove emergono gravi "pasticci" sulla raccolta firme. Possibile quindi un rimescolamento degli eletti e cambio della Presidenza del Consiglio Regionale e di un Assessore. E' discussione accesa tra le segreterie e probabilmente qualche testa potrebbe cadere, compresa quella del segretario regionale Davide Gariglio che è coinvolto sia come consigliere regionale neo eletto che come segretario regionale del PD. Un bel pasticcio. Il Presidente Chiamparino, comunque ha già fatto sapere che proseguirà nel mandato affidatogli dagli elettori Piemontesi ed a questo punto innesterà la marcia per procedere ancora più celermente nelle riforme previste.

sabato 4 luglio 2015

REGIONE PIEMONTE ALLE URNE

Già la domanda è quanto mai attuale e pertinente. Il Piemonte dovrebbe andare a nuove elezioni nell'Autunno o nella Primavera, in quest'ultimo caso, con una sorta di Grande ammucchiata Regionali e Comunali per Torino e decine di altri Comuni del Piemonte.Ma nel caso, per via della motivazione ovvero le firme false l'attuale Presidente si presenterebbe di nuovo all'interno di una lista PD oppure a capo di una Lista a suo nome, con eventuali Liste satelliti? Ed ancora Chiamparino darebbe, come probabile, fiducia alle stesse donne e uomini o modificherebbe, come si mormora qualche nome della sua Giunta? Certo la Regione ha bisogno di essere governata a pieno dalla Giunta e dal Presidente e non può rimanere appesa ad un filo giuridico. Un bel rompicapo che potrebbe sciogliersi dopo il 9 Luglio. Staremo a vedere.Nel mentre l'Associazione TorinoViva ha iniziato ad incontrare persone per bene e volenterose, intenzionate a lavorare per il bene dei Comuni dove operano.