domenica 24 agosto 2014

Da Leon a Santiago di Compostela Di Giorgio Diaferia

Questo vuole essere il mio contributo all'iniziativa della nostra Redazione sul viaggiare. Quest'estate ho deciso di andare con mia sorella, moglie e cognato a visitare la Galizia , meravigliosa regione nel NO della Spagna ricca di chiese, monasteri , castelli, verdi canyon e boschi stupendi. Il percorso segue una parte del "cammino" che da Roncisvalle porta i pellegrini di tutto il mondo sino al Santuario di Compostela, lungo un tragitto di circa 800 km.La Cattedrale e`davvero imponente e questa massa di persone che la visitano tutto il giorno,alcuni in condizioni davvero critiche, e' davvero impressionante. Tra le mete del giro della Galizia non posso non segnalare "Las Medulas" dove rimangono i resti delle miniere d' oro dei Romani, testimoniati da colline di pietra scavata. E' stata poi la volta di Pontferrada, della Riviera Sacra e di una navigazione in battello, Monforte de Lemos.Il viaggio e' proseguito sino a Sober, poi Orense, Ribadavia per finire a Sam Paio. E poi la splendida baia oceanica di Bajona, poi ancora Combarro, Cambados ed infine Santiago, a far richiesta, i pellegrini, della conchiglia e dell'attestato che certifica l'avvenuto pellegrinaggio,tra moda e fede sincera.Alla fine del viaggio 1 settimana a visitare Fuerteventura nelle Canarie. Un clima ed un paesaggio unico. Importante neo una quantità di "ecomostri" proprio in riva all'Oceano, alcuni fatiscenti e in via di rapido decadimento, che non fanno fare bella figura all'amministrazione locale.

Nessun commento:

Posta un commento