domenica 25 maggio 2014

Elezioni Europee è vittoria netta PD ma cresce l'astensionismo di Giorgio Diaferia

Dal 65 % dei votanti del 2009 a poco più del 57 % questo il primo dato su cui dobbiamo riflettere e lo deve fare anche il M5S che non è stato in grado di intercettare il forte disagio che c'è in Italia e la profonda insoddisfazione verso il mondo della politica e dei politici, soprattutto. Il M5S ottiene un più che buono 21% ed oltre che lo colloca alle spalle del PD che supera il 40% . FI si attesta sul 16%, alla soglia di sbarramento del 4% arrivano e la superano la Lega ( che farà gruppo con la trionfatrice Francese Marie Le Pen) , il NCD e Tsipras. Per un soffio Fratelli d'Italia stanno fuori con un buon 3,7%. Disastro dei Verdi che mantenendo gli stessi vertici mescolati ad un pò di EcoDem trombati non raggiungono l'1%. Questa sera vertice dei capi di stato a Bruxelles ed in tarda mattinata conferenza stampa di Matteo Renzi. Ed ora aspettiamo le REgionali di Piemonte e Abruzzo, che hanno confermato (NdR) il successo del PD ed in Piemonte di Chiamparino. Entra in Consiglio Regionale, per i Moderati il più votato Ferraris.

Nessun commento:

Posta un commento