venerdì 25 luglio 2014

Città in Salute, Città della Salute

.
Città in Salute, Città della Salute Le Città con il loro ambiente di vita, di lavoro, di svago generano patologie che presentano costi ingenti per la Sanità. Sono interessati sia il settore fisico legato ad inquinanti diffusi, che quello psicologico con sindromi ansioso-depressive, disorientamento, disadattamenti. Se rumore , fumi di idrocarburi, eccessiva illuminazione, ritmi di vita frenetici, errori alimentari, scarsa attività fisica in luoghi in-salubri e in-sicuri possono generare malattie a carico dell'apparato cardio-circolatorio, endocrino, gastroenterologico, uditivo, visivo, immunologico, altrettanto il nostro Sistema Nervoso può venire perturbato da una serie di disagi ambientali con stati depressivi e di disadattamento.Lo stress ed il sovraccarico di stimoli generati dalla vita in città, dunque, possono sfociare in disturbi di natura psichica o malattie organiche. Lo confermano più di uno studio condotto, uno molto recente presso L’Università di Pisa Dipartimento Ambiente. L’Homo sapiens non riesce ad adattarsi ad un ambiente, rumoroso, con un sovraccarico di stimoli nocivi e la sua fisiologia respiratoria non può modificarsi a fronte di un’aria ricca di particelle di carbone o intrisa di petrolio bruciato. Occorre tentare di ricreare il più possibile un ambiente di vita, nelle città ed ancora di più nelle aree metropolitane psico-biologico conforme all’uomo. Edilizia, Urbanistica, Alimentazione, Stli di Vita, Trasporti Pubblici e Privati, pensati Smart, pensati ecosostenibili, per risparmiare un bel pò di soldi e guadagnare in salute, riducendo i costi della Sanità.E' mia intenzione parlare con l'assessore Comunale Ilda Curti e riprendere i risultati del Progetto Urban II chiusosi nel 2009, estrapolando quanti più dati sul disagio e sul disorientamento in città, delle persone di tutte le età

Nessun commento:

Posta un commento