venerdì 4 luglio 2014

RIFORME RIFORME RIFORME

Occorre che il Governo metta presto mano ad una serie di riforme, che forse non lo faranno andare in televisione o sui giornali, ma che servono al paese. La riforma delle Anagrafi, unificando ad esempio i server di utilizzo . Risparmio previsto attorno ai 4 miliardi di euro, ovvero l'equivalente dell'ICI. Altra riforma di peso che non può più aspettare è l'unificazione dei centri di acquisto che superano il numero dei Comuni Italiani. Sono infatti oltre 11.000 ed averne uno unico, oltre all'indubbio risparmio sulle forniture unificate permetterebbe di avere delle scontistiche fisiologiche superiori, con un bel risparmio per i Comuni.Non credo che gli Italiani siano molto appassionati invece a riforme del Senato o del sistema di voto, avendo compreso che in entrambi i sistemi ci sono dei problemi e dunque uno vale l'altro. Certo trovare un sistema per cui si parte tutti alla pari non sarebbe male. Ma come? Democratellum,Porcellum,Italicum mah!Per intanto via alla Riforma del Paese, per snellire, risparmiare ed europeizzare. Due mandati e poi a casa, in ogni tornata elettorale compreso nel futuro Senato, anche se non elettivo.

Nessun commento:

Posta un commento

Change.org: Reasons for Signing