mercoledì 9 luglio 2014

ELEZIONI COMUNALI DI TORINO

E' già iniziata la nostra Campagna elettorale, senza disdegnare Moncalieri 2015 Amiche ed amici cari, vi aspetto per un incontro in merito alle prossime scadenze elettorali che certamente ci vedranno impegnati in prima persona, secondo anche quanto emerso dalla nostra recente Assemblea al Crimea. Vi invito calorosamente, pertanto a partecipare alla riunione convocata per MERCOLEDI 16 Luglio presso la sede dei Moderati alle ore 18( vi prego nella puntualità) per dibattere insieme su: TorinoViva e i Moderati del Piemonte un binomio da rilanciare in vista delle prossime scadenze elettorali. Venerdì scorso con una piccola delegazione abbiamo incontrato l'on Portas, Martedì sono stato all'interessante riunione degli EuroGreen con Gamba, venerdì 11 incontrerò l'Assessore allo Sport della Regione Ferraris per iniziative su To 2015. Mercoledì 2 Luglio è stato invece presentato il Consorzio PiemonteJazz, di cui siamo soci fondatori. Tanta quindi la carne al fuoco, in attesa di altri incontri già programmati.Verso le 20 ci trasferiremo a piedi in una pizzeria-ristorante li vicino per cenare insieme e proseguire eventualmente le varie valutazioni e proposte. Ricordo a chi non l'avesse già fatto che occorre versare la quota di iscrizione a TorinoViva,pari a 20€ Nel mentre ho scritto agli amici EuroGreen che ho incontrato Martedì alla Locanda nel Parco:cari amici, innanzi tutto grazie per l'invito a partecipare alla vostra cena/riunione di ieri che mi ha dato modo di conoscere molti amici ecologisti che vorrebbero ridare fiato e credibilità ad un partito ecologista in Italia. Partirei da qui il verbo che unisce tante esperienze, tante posizioni è quello dell'Ecologismo di proposta più che quello molto folcloristico, ma spesso non da tutti ben tollerato dei "verdi dentro". I temi di cui mi occupo da svariato tempo per cui ho fatto convegni, relazioni, trasmissioni televisive, radiofoniche , scritto articoli è quello legato alla tutela della salute, non solo della sanità. Sotto questo ampio tema si dibattono questioni che vanno dall'alimentazione sana, sia in termini qualitativi che quantitativi (biologico-biodinamico-vegetarismo-veganismo-sicurezza alimentare-frodi-doc-prodotti tipici-turismo enogastronomico-attività sportiva ed alimentazione-equo/solidale ecc......), proseguo con quello delle cure mediche secondo la cosi detta medicina integrata ovvero allopatica con non convenzionale (farmaci, erboristeria,fitoterapia,omeopatia,agopuntura,yoga,termalismo,osteopatia,chiropratica,shiatsu ecc...............) ed ancora Inquinamento di acqua-suolo-aria-terra e ricadute sulla nostra salute sia in termini preventivi, che economici. Come prevenire, come ridurre, come eliminare, magari guadagnandoci in salute e nel portafoglio. Il tutto con la collaborazione di centri e ricercatori universitari da coinvolgere per le competenze più tecnciche, identificando tra loro anche coloro che hanno una manifesta attenzione e simpatia per un movimento eco, rendendosi disponibili per scrivere, intervenire dare una base tecnica alle battaglie.La mia idea è che occorra un Ecologismo moderato e di iniziativa che a fronte di incontri ben preparati, partecipati e ben condotti sappia intercettare quella gigantesca fetta di cittadini "eco" che non vanno più a votare ma anche quell'imprenditoria eco che ha bisogno di loro referenti nelle istituzioni per sostenerli politicamente nei loro investimenti.Se non si è rappresentanza vasta di cittadini, credibili e seri, in questo caso direi molto seri, secondo me gli ecologisti rimarranno un movimento dello 0,. Se poi esistono già degli strumenti per comunicare all'esterno (Huffington Post, Paprika, Ecograffi, RadioRadicale,sito ecc. o momenti politici di iniziativa pubblica) lì occorre esserci con interventi, articoli. Da tutto questo è possibile che emerga una figura nazionale di una o di un leader. La sede di via Dego 6 alla Crocetta, potrebbe, grazie a VAS-Ecograffi, essere subito operativa, e potrebbe ospitare nella sua bella sala Convegni da 80 posti, con possibilità di proiettare video ecc..dibattiti, non escludo trovando anche sponsors disposti a sostenere le spese di pubblicizzazione degli eventi. Sono 2 veloci idee che avrebbero bisogno di un serio gruppo di lavoro per essere realizzate. Politicamente poi, se l'obiettivo più a breve scadenza è Torino/Città Metropolitana, suggerirei di non ignorare Moncalieri (primavera 2015, quinto Comune del Piemonte x popolazione) da sempre base degli ecologisti della provincia di TO) Un abbraccio, se serve chiamatemi. Allego mia breve scheda per chi non mi conoscesse.

Nessun commento:

Posta un commento